Il Palais Mamming Museum riscopre il Medioevo a Merano

Visitatori e partecipazione da segno più per la stagione espositiva 2016 del Palais Mamming Museum. Il Museo Civico di Merano raccoglie infatti i risultati di un anno all’insegna della socializzazione e dell’apertura caratterizzato da mostre, concerti e numerosi eventi. Particolare successo per le attività dedicate alle scuole che hanno registrato un boom di presenze. Percepire il museo come uno spazio trasparente, di responsabilità pubblica, un luogo accogliente che invoglia ad entrare: è questa la visione del Palais Mamming Museum. Un progetto civico importante per Merano che continuerà nel 2017 attraverso un programma ricco e articolato.

Tema centrale per il nuovo anno la riscoperta del Medioevo. Un’epoca storica rilevante, che ha visto la città altoatesina grande protagonista politica, economica e sociale. “Cosa significava essere città, nel caso di Merano, durante il Medioevo?” “Come possiamo immaginarci la vita quotidiana dei cittadini di allora?” Luogo della memoria civica per eccellenza, il Palais Mamming Museum cercherà di dare risposta a queste e altre domande con una mostra interamente dedicata al periodo. Passeggiare per Merano potrà così diventare un’occasione di riscoperta, una nuova opportunità per comprendere il luogo nel profondo.

 

Ed è proprio a Palazzo Mamming che i visitatori potranno osservare una ricca collezione di reperti dell’epoca. Tra questi anche una tavola votiva perfettamente conservata risalente al 1380-1390. La mostra sarà preceduta da un convegno internazionale di approfondimento sul tema dal titolo “Una città e il suo diritto” organizzato in sinergia tra Archivio provinciale di Bolzano e Palais Mamming Museum. Dal 22 al 25 febbraio 2017, nella splendida location del Pavillon des Fleurs e nella Sala Civica, personalità pubbliche ed esperti del mondo accademico porteranno il proprio contributo nella definizione del ruolo di Merano nel periodo medievale. Tra questi gli storici Josef Riedmann, Ferdinand Opll, Gian Maria Varanini e Christian Hagen.

 

In linea con il 2016, il 2017 vedrà avvicendarsi nelle incantevoli sale del Palazzo concerti, attività dedicate alle scuole, presentazioni e progetti collaterali. L’idea portante è di dialogare con un pubblico trasversale, appassionato di cultura e di culture nel senso più ampio del termine. Ecco quindi che il museo si arricchisce di iniziative connesse strettamente con la città, propone attività diverse – musica, letture, performance – e pone al centro l’utente. Gli ambienti museali ben si prestano a vivere un’esperienza insolita e accogliente. Ogni evento può contare su una cornice architettonica unica, impreziosita da stucchi e affreschi d’epoca. Una location da vivere secondo i propri gusti e le proprie inclinazioni.

 

Già in programma all’inizio del 2017 anche la presentazione del libro dedicato a Franz Tappeiner, il medico di cura protagonista di larga parte delle Passeggiate meranesi a lui dedicate. L’evento inaugura una serie di pubblicazioni del Museo Civico: un progetto editoriale che amplia il dialogo con il territorio di cui il museo è interprete e custode.

 

Palais Mamming Museumhttp://www.palaismamming.it

Il Palais Mamming Museum riscopre il Medioevo a Merano ultima modifica: 2016-12-14T12:14:34+00:00 da Serena Bianchi